/ dal mercato / Interviste & Protagonisti / Cartiere Paolo Pigna, tradizione e futuro

Cartiere Paolo Pigna, tradizione e futuro


31 gennaio 2018 -

L’Azienda di Alzano volta pagina e si propone al mercato con una operatività rivista, un nuovo management molto motivato e la professionalità, la qualità e l’innovazione che da sempre l’hanno contraddistinta

 

Tanta tenacia, una vision chiara del mercato, una grande voglia di registrare utili importanti e di rafforzare ulteriormente le proprie quote e la costante capacità di saper valorizzare la celebre “aquila che vola” che caratterizza il logo aziendale stanno guidando il processo di ristrutturazione di Cartiere Paolo Pigna. Sotto la guida dell’Amministratore Delegato Alberto De Matthaeis (nella foto), intervistato dalla Redazione COMMERCIO, la realtà imprenditoriale sta rivedendo i suoi processi interni ed è impegnata in una importante fase di revisione e di ampliamento dell’offerta. L’obiettivo finale è di proporre ai canali presidiati e all’end-user un ventaglio di proposte d’appeal ancora più ampio e customizzato. In questo modo Cartiere Paolo Pigna continuerà a essere sia un’Azienda trend setter nel settore Cartotecnico sia un laboratorio di idee pronto a stupire. È quindi iniziata una nuova pagina tutta da scrivere della lunga e gloriosa storia di Pigna, ma le premesse per continuare a fare bene nel settore sono già ottime.

Cartiere Paolo Pigna sta vivendo un’importante fase di trasformazione. A che punto è arrivato il processo e su quali aspetti state lavorando?
In questi ultimi mesi abbiamo lavorato molto intensamente per mettere sotto controllo e dare  efficienza ai nostri processi organizzativi, per ottimizzare i cicli produttivi e per garantire la migliore esecuzione del piano industriale.

La solida tradizione e la forza del marchio Pigna stanno guidando il vostro programma di riorganizzazione aziendale?
Io e il board manageriale siamo qui per guidare la trasformazione di un’Azienda con quasi 170 anni di storia, che ha potenzialità di grande peso non ancora espresse. Vogliamo riorganizzare la nostra struttura con lo scopo di far arrivare Pigna e i suoi prodotti a tutti i consumatori potenziali. Quando il marchio Pigna si presenta davanti al consumatore, questo sceglie i nostri prodotti per la qualità, per l’immagine aziendale e per la lunga consuetudine con le nostre offerte.

Come vi state muovendo sul fronte dell’innovazione?
Siamo in una fase di ripartenza e quindi guardiamo con interesse e curiosità a tutte le opportunità di sviluppo della nostra attività. Crediamo che il mercato oggi abbia bisogno di aziende che, senza rinnegare la propria storia, siano pronte a estendere e innovare le proposte. La “nuova” Pigna vuole andare incontro a queste esigenze.

Investirete nel licensing, un ambito che sembra essere strategico per le aziende cartotecniche?
Cartiere Pigna torna a offrire al mercato proposte di licenze sia con characters tradizionali sia con nuovi item. Abbiamo già lanciato la vendita di due linee di co-branding fra Monocromo e il 90° di Topolino da una parte, e Star Wars dall’altra.

L’articolo completo è pubblicato sul numero Novembre/Dicembre 2017 di COMMERCIO Cartoleria & Cancelleria a pagg. 14-15-16, disponibile anche sulla piattaforma digitale ISSUU
(https://issuu.com/edinova/docs/commercio_cartoleria___cancelleria__907d07c690d6f8).

Area Servizi

Via Pordenone 13 - 20132 Milano - Italia | tel. +39 02 2158021 | direzione@epieffe.com | P.IVA 09888510964

Il browser in uso è obsoleto!

Aggiorna il tuo browser per navigare con maggiore sicurezza e per un'esperienza migliore.Scegli ora un browser migliore

×

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi